Montemignaio (Ar) e l’Oratorio delle Calle

Posted by on Mar 4, 2015 in Contemporaneo globale, Territorio e passato | 0 comments


Un salto indietro con Casentino Nascosto nell’edizione 2010-11.

S5910008

l’Oratorio della Madonna delle Calle (Montemignaio, Ar)

S5910005

L’immagine della Madonna delle Calle (Montemignaio, AR)

C’è una storia antica e una devozione profonda, a Montemignaio (AR), legata al sito chiamato “Le Calle“. Posta sul tracciato antico che portava a Firenze (oggi è un itinerario alternativo per giungere al passo della Consuma), in questa località a monte del paese, collegata ad esso da una viabilità ripristinata nel 2009, protetta dagli abeti e da un silenzio d’ovatta, sorge un piccolo oratorio mariano. L’Oratorio della Madonna delle Calle racconta,  prima che un miracolo caro ai canoni dei racconti popolari ed alla tradizione cristiana, la storia della gente delle montagne casentinesi. Parla delle urgenze delle persone piegate dalla fatica, dalla povertà, dal lavoro; della forza della propria identità, del perenne bisogno di protezione che, in modo quasi naturale, quassù, si sente l’istinto di chiedere, alla Natura, al Cielo, camminando fra i baratri, le nevi, i silenzi pesanti e immobili. Ci sono storie che appartengono a persone che hanno avuto modi diversi di vivere e di sentire, e che questo luogo ai margini ha reso simili. Un luogo che ha unito chi il superfluo non l’ha mai posseduto, e chi, invece, un giorno,  ha deciso di volerlo eliminare. Ancora una volta, protagonisti, sono gli abitanti locali e la ricchezza immateriale del “vissuto” che appartiene all’umanità intera.

Buona visione,

Mariella Dei