CANNES DIARY 18 maggio 2016

Posted by on May 18, 2016 in Contemporaneo globale, Territorio e passato | 0 comments


da MAriella Dei

 

DARDENNE

 

CANNES CLASSICS REFN LUCISANo

THE WEILING

MA ROSa

 

AQUARIUS CONFERENCE

ore 11.39 –

Cannes, live- mentre la conferenza de “La Ragazza sconosciuta” prosegue, vi posto questa foto di Cyril Duchêne (FDC) che immortala Fulvio Lucisano e il regista Nicolas Winding Refn ieri sera durante Cannes Classics, relatori della proiezione speciale dedicata a Mario Bava. Come dicevo la predilezione per l’ horror ha un risvolto particolare in questa edizione e vedo che contamina spesso anche pellicole non riconducibili al genere (“Slack Bay” mi viene in mente). Nicolas Winding Refn lo rivedremo meglio dopodomani perchè porterà in competizione lui stesso un film dell’orrore, “The Neon Demon”, e stando ai commenti che proliferano promette molto in termini di modernità del linguaggio visivo e di originalità narrativa. Qui in Francia esce con il codice del “vietato ai minori”, presumo anche in Italia. Spero di potermi fare un’idea del film già domani, vedo che è prevista la proiezione per la stampa in anteprima. Ma tornerò a parlarvene. A dopo
ore 15.39 –

@Cannes- Live- “Penso che tutti in un certo momento della propria vita si sentano come il mio personaggio in AQUARIUS. Combatte, come cittadina, come donna, come tutto. E poi va a fare un bagno nell’acqua dell’Oceano, dove si pulisce e si purifica di ogni scoria”. E’ solo l’inizio degli interventi che Sonia Braga, dopo gli applausi infiniti di ieri alla prima del film, ha riservato in conferenza. Ha anche difeso la TV, il mondo da cui proviene: ” la Tv è per le persone che non hanno tempo o soldi per andare al cinema. Non sottovalutate e non disprezzate le persone semplici. Loro conoscono le cose. Amo la Tv e ci ho lavorato tanto”. Mi è piaciuto molto che tutti abbiano parlato abbastanza di film, e molto di Vita, di persone, di stati d’animo, di “sentire quali sono le cose giuste nella vita”, di diritti e anche di politica. In modo organico, diretto, quasi senza filtri e costruzioni, un po’ come nascono i balli nelle spiagge del Brasile. Kleber Filho ha presentato il film, che ieri ha riscosso un’ovazione prolungata all’infinito, come “una storia sulle resistenza, sulla sopravvivenza e sui cambiamenti che a volte bisogna fare per sopravvivere”. Regista e cast (ma c’erano anche i produttori) hanno spiegato meglio la forma di protesta che hanno messo in atto ieri pomeriggio sul red carpet. Vi dirò di più tramite l’articolo che pubblicherò. Credo che a Cannes abbiano lasciato un segno profondo e dato una lezione grande. Questo regista brasiliano e il suo gruppo fanno Cinema alto, impegnato con testa-cuore-e-senza-spocchia. Aggiungo un’osservazione curiosa: nessuno fino a questo momento ha dimostrato la ricchezza lessicale, espressiva, la completezza di pensiero e di visione di Sonia Braga nelle sue risposte alla stampa. Sempre “alta”, moderata, con intelligenza, saggezza e classe. Mentre mi rendo conto, arrivata all’ottavo giorno di festival, che la fredda cronaca è assai riduttiva di fronte a contesti di questo tipo. Eh. Caetano Veloso. Aveva ragione. Non bisogna mai sottovalutare il giudizio di chi fa bella musica (nel film ce ne è tanta). Ora arriva il cast coreano dell’Horror. A dopo.

piena di ammirazione.

ore 16.10 – Cannes Live: lei è l’attrice Maeve Jinkings, in AQUARIUS di Kleber Filho interpreta la figlia di donna Clara / Sonia Braga. Dopo la conferenza stampa mi ha rilasciato una breve intervista, parlandomi del suo personaggio ma anche di cosa ha significato per lei lavorare con la grande Sonia Braga. Stefi e Fabrizio Radicchi: tutto nel video reportage per il Canale 87. :-)contenta.
ore 16.18 – Cannes Live: E questo (a sinistra nella foto) è l’attore Umberto Carrao: in AQUARIUS interpreta “il cattivo” di turno. Sono riuscita, prima della conferenza, a scambiare due parole con lui, la “mente diabolica” a capo del progetto sul condominio in cui è sito l’appartamento di donna Clara. Purtroppo brevi dichiarazioni (parla solo brasiliano e comprende qualche parola in inglese) ma significativo. Stefi e Fabrizio Radicchi: tutto nel video reportage per il Canale 87. :-)contenta.