Cannes 69, sguardo a AQUARIUS di Kleber Filho

Posted by on Apr 27, 2016 in Contemporaneo globale, Territorio e passato | 0 comments


di Mariella Dei

Immaginazione, magia e nostalgia nella periferia brasiliana nella storia firmata dal regista idolatrato da Caetano Veloso. Con Sonia Braga del ruolo (forse) della sua vita.

aquarius ok btaga

Sonia Braga in “Aquarius” di Kleber Flho

Kleber MENDONÇA FILHO (Brasile)
AQUARIUS

Una storia fantastica e il grande ritorno di Sonia Braga, stella del cinema carioca, in un ruolo in odore di Palma d’Oro e un caleidoscopio di colori, personaggi, ricordi.  Aquarius è il nome dell’edificio, nel quartiere immaginifico di Boa Viagem, in cui vive Clara (Sonia Braga). Clara è una critica musicale che ha superato i sessanta, è vedova e con tre figli adulti, è circondata da libri e registri e vive fra i ricordi con un potere sovrannaturale: può viaggiare nel tempo. Filho è nato come giornalista e critico cinematografico per divenire poi in pochi decenni uno dei registi sperimentatori più apprezzati e premiati, sia internazionalmente che in patria. Bastano le parole scritte da Caetano Veloso in un articolo su O Globo che nel 2013 considera il primo lungometraggio Neighbouring Sound “Uno dei migliori film girati recentemente nel mondo”. Nel cast anche Irandhir Santos, Humberto Carrao, Rubens Santos. (M.Dei)

ù

 

Kleber Mendonca Filho

il regista Kleber Filho

 

Aquarius

Sônia Braga con Irandhir Santos in una scena