Cannes 69, Pedro Almodovar torna con Julieta

Posted by on Apr 27, 2016 in Contemporaneo globale, Territorio e passato | 0 comments


di Mariella Dei

Il cineasta e produttore spagnolo in Competizione con ancora una volta la storia di una madre.

julieta

un fotogramma di “Julieta” di Pedro Almodovar

 

Pedro ALMODÓVAR (Spain)
JULIETA
In Italia il film uscirà il 26 maggio.  Ma prima passerà sui grandi schermi del Palazzo del Cinema di Cannes per essere scrutinato da George Miller e dai suoi giurati e da critici di tutto il mondo. E’ il grande ritorno di Almodovar, che alla settima arte regala un altro capitolo della sua ricerca inesaurita sulle dinamiche e sulla rappresentazione delle espressioni del Femminile. Julieta è una madre rimasta da poco vedova che dovrà affrontare la ricerca della figlia diciottenne scappata di casa. E la ricerca diventa la scoperta di una figlia che non ha mai conosciuto”.  Sembra un de ja-vu: Cannes 1999, “Tutto su mia madre”, quel film spiazzante, colto e commovente consacrato con la Palma d’Oro alla Regia e poi  con l’Oscar agli albori del 2000. L’Umanità perfetta nella sua imperfezione che appartiene solo alle Donne. Ad Almodovar non manca l’inventiva e nemmeno il coraggio. Come un atto di fedeltà alle sue radici ha anche fatto inversione di marcia, e nel bel mezzo della produzione della pellicola ha declinato l’idea di scritturare attrici di madre lingua inglese (come aveva accordato nel 2009 con i finanziatori) ed ha portato sul set le connazionali Emma Suarez e Adriana Ugarte. Le vedremo protagoniste di due ruoli possenti. (M. Dei)

 

Pedro Almodovar

Pedro Almodovar

julieta-almodovar

il manifesto del film