Cannes 69 – Il Giorno di Steven Spielberg e THE BFG

Posted by on May 14, 2016 in Contemporaneo globale, Territorio e passato | 0 comments


di Mariella Dei

Spielberg ritorna al Fantasy. E lo presenta fuori concorso a Cannes: “Io creo i miei sogni.  Auguro alle persone la speranza”

the bfg

Steven Spielberg , il cast e i produttori di THE BFG a Cannes 2016

 

E’ da poco finita la conferenza stampa di THE BFG al Palazzo del Festival.

Tante domande al regista e al suo cast variegato composto dalla giovanissima Ruby Barnhill, Rebecca Hall, Penelope Wilton, Jemaine Clement e dal grande Mark Rylance.

Con loro anche i produttori Kathleen Kennedy e Frank Marshall.

Magic” (Magica) è stato l’aggettivo piu’ ricorrente che ha accompagnato la descrizione sia della storia, ispirata al romanzo di Dahl, che della sua realizzazione.

Realizzazione lunga, perché l’idea era già nell’aria (e nei corridoi della DREAMWORKS) già negli anni Novanta, ma solo nel 2011 la Dreamworks ha acquisito i diritti del libro e il nucleo di sceneggiatura-produzione ha stretto il sodalizio. Che Spielberg sarebbe stato il regista fu annunciato nell’aprile 2014, e pochi mesi dopo partì il casting.

disney-bfg-trailer

una scena di THE BFG

Nell’ottobre dello stesso anno, e quasi parallelamente a “Il Ponte delle SPie”, Rylance, che in Gran Bretagna è un grande attore di teatro, fu scritturato nel ruolo del gigante: lo interpreta modificato nelle sembianze attraverso un procedimento chiamato motion capture che lui definisce “liberatorio”. A distanza di pochi mesi anche la Disney e Walden Media si uniscono alla produzione.

THE BFG è una storia che farà entusiasmare i nostalgici di ET (anche se lo stesso regista l’ha definita “meno nera”) e gli amanti delle fiabe dove c’è avventura, si ride, si trema, ma che hanno un retrogusto buono: un gigante si risveglia e rapisce una bambina e la porta con sé non solo per colmare la sua solitudine, ma per avere da lei l’aiuto nella guerra contro i cattivi che minacciano il suo mondo, la Terra dei Giganti.

L’amicizia che nasce fra la piccola e l’enorme essere dal cuore gentile è la nota principale che fa brillare la storia.

Ma a far brillare la presentazione a Cannes è stato il legame Spielberg-Rylance che non sembra molto dissimile da quello dei personaggi del film.

Sono stato nel Regno Unito molte volte – esordisce il regista- specialmente negli anni Ottanta, i miei film dell’inizio sono ambientati in gran parte lì. Per me è come una seconda casa, una patria di adozione. Amo scegliere il cast in base al contributo che gli attori possono dare al film, e sono fortunatissimo di conoscere Mark e che siamo amici. Ci siamo conosciuti nel corso di progetti che abbiamo fatto per la TV. Rispetto Mark soprattutto perché siamo amici. Ma professionalmente, poter lavorare con lui è un sogno che si è avverato. Sono sette anni che ci conosciamo. Un rapporto fantastico e continuo a trovare piacevole lavorare con lui“.

13164231_1106260762728192_7397754612906271864_n

Mark Rylance, Steven Spielberg e Ruby Barnhill a Cannes 2016

La connotazione del film sono loro: Spielberg racconta un sogno. Rylance attinge alla sua finissima sensibiltà di interprete e di performer teatrale per forgiare il suo personaggio.

E’ incoraggiante quando ti propongono qualcosa di molto chiaro- spiega Rylance- Non sono andato subito sul set e alle prove di preparazione, ho dovuto lavorare molto di immaginazione. Ma con Steven ci siamo divertiti nel girare le scene, ridiamo molto insieme. Per il personaggio mi sono ispirato ad un paio di persone che lavoravano per mio nonno, nel Kent. Sono oggi amici di una vita. Erano gentili, amavano quello che facevano, amavano la vita. Ho pensato a loro per dare l’anima al mio gigante buono“.

Spielberg fa film per il pubblico prima che per il mercato o per l’Arte. E spera che THE BFG parli “a tutti gli esseri umani“.

A chi gli chiede quale sia stato il suo processo creativo il regista risponde:

Il mio sogno. Io creo i miei sogni, e cerco di farli un po’ piu’ belli di come li immagino. I sogni danno speranza e la speranza dà la forza e le risorse per agire, cambiare, costruire. Auguro alle persone la speranza.”

Mariella Dei, da Cannes, 14 maggio 2016

13178056_1106389046048697_7165717984630351127_n

Il red carpet di THE BFG a Canes 2016