Ad Arezzo una serata dedicata agli studi sulla Sindone

Posted by on Apr 15, 2016 in Contemporaneo globale, Territorio e passato | 0 comments


Sabato 16 aprile l’evento in Cattedrale: conferenza di Giulio Fanti, fra i massimi studiosi della Sindone, e il concerto del Coro Salvo D’Acquisto. La serata contribuirà ad aiutare Patience, una bimba keniota di tre anni malata di cuore.

Giulio-Fanti-e-la-Sindone-2

il prof. Giulio Fanti con la Sindone

 

Arezzo- “Misurare” il sovrannaturale. Usare sistemi meccanici per “spiegare” l’inspiegabile, ciò che per i credenti è la traccia e la prova di Cristo, l’impronta fisica del Divino. Da anni la ricerca del professor Giulio Fanti (è lui che ha fotografato la Cometa di Halley e ha seguito con gruppi scientifici le più importanti missioni spaziali)  ridisegna e ridiscute i confini fra fisica e metafisica, scienza e fede per metterli al servizio della conoscenza. Sabato 16 aprile lo studioso sarà ad Arezzo, in Cattedrale, per illustrare i risultati degli studi che ha condotto sulla Sindone di Torino con vari gruppi di ricerca e recentemente con un Progetto universitario. A portarlo ad Arezzo è stato l’invito del professor Angelo Mafucci, l’ideatore dell’evento  intitolato “La Sindone, Mistero di croce e di luce“, dedicato a papa Benedetto XVI.

img064 (1)

il maestro Angelo Mafucci e due cantori con papa Benedetto XVI

La dissertazione del professor Fanti (“La sindone? Sono sicuro, è del I secolo! E parla di Risurrezione”) sarà anticipata e seguita dai canti del Coro Salvo d’Acquisto diretto dallo stesso maestro Mafucci (qui in una delle varie iniziative:http://www.zenithmagazine.it/auguri-di-pasqua-in-polifonia/ ) con l’accompagnamento musicale dell’organista Giuseppe Lucca, e sarà anche occasione per un’atto di solidarietà: le offerte dei partecipanti potranno aiutare Patience Nayako, una bimba di tre anni malata di cuore che in Kenya sta aspettando di sottoporsi ad un delicato intervento chirurgico, seguita da una istituzione di suore ad Embo. La serata  è organizzata da Iter Musicum Guido d’Arezzo, con il patrocinio del Pontificium Consilium De Cultura della Città del Vaticano, in collaborazione con la Misericordia di Arezzo, l’Istituto scolastico Buonarroti Fossombroni e con il contributo di Chimet, Aerre Group e Falcinelli. Inizio alle 21.

Mariella Dei