Posts made in October, 2014

DAVID LYNCH: “La meditazione sarà sempre più parte della società”

Posted by on Oct 20, 2014 in Contemporaneo globale | 0 comments

DAVID LYNCH: “La meditazione sarà sempre più parte della società”

Il regista statunitense David Lynch è stato ospite al Lucca Film Festival 2014. In un convegno presso l’auditorium di San Micheletto l’artista ha parlato di meditazione trascendentale, disciplina che pratica da quarant’anni e che promuove nel mondo dal 2005 attraverso una fondazione che porta il suo nome. La fondazione di Lynch sostiene  un modello educativo, basato sulla ricerca del benessere interiore, che in Italia è stato adottato da due scuole siciliane. In che cosa consiste, il regista di Strade Perdute, Velluto Blu, i segreti di Twin Peaks lo ha spiegato rispondendo direttamente alle domande del pubblico. “Trascendere significa avere...

Read More

PIETRO PIETRINI: “Il perdono guarisce. E la guarigione è nel cervello, e parte dal cervello”.

Posted by on Oct 13, 2014 in Contemporaneo globale | 0 comments

PIETRO PIETRINI: “Il perdono guarisce. E la guarigione è nel cervello, e parte dal cervello”.

Perchè la meditazione ci fa stare bene? Secondo Pietro Pietrini, psichiatra e neurofisiatra dell’Università di Pisa, è la cosa più naturale che ci appartiene.

Read More

JOHN HAGELIN: “Universo e mente hanno la stessa struttura”

Posted by on Oct 13, 2014 in Contemporaneo globale | 0 comments

JOHN HAGELIN: “Universo e mente hanno la stessa struttura”

“Mente e materia sono fatti di strati, animati da onde e vibrazioni diverse che ne alimentano l’infinito dinamismo”. John Hagelin comunica in videoconferenza dagli Stati Uniti con Lucca.

Read More

I paesi fantasma dell’alto Casentino

Posted by on Oct 6, 2014 in Territorio e passato | 0 comments

I paesi fantasma dell’alto Casentino

Rimangono spesso inosservati e si spengono lentamente. Sono quasi del tutto dimenticati. A volte, sono il caso o la curiosità a farceli trovare davanti con tutto il loro carico di significato. Sono i paesi che, in ogni epoca e in ogni località, ad un certo punto della loro storia vengono lasciati dall’uomo, e rimangono adagiati e silenti in qualche punto ai margini delle nuove città. La decadenza, loro comune destino, è il risultato delle più diverse dinamiche. E raccontano la loro vita attraverso piccole tracce. guarda il video:   Nell’alto Casentino, c’è un vissuto interrotto, ancora palpabile, nei paesi abbandonati fra il 1940 e il 1960. Sono...

Read More